Questo sito potrebbe utilizzare anche cookie di profilazione di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca su "Maggiori dettagli". Chiudendo questo banner e proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.
Maggiori dettagli

Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità

Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni ( CUG ) 

Il CUG è stato istituito in Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata – Verona con deliberazione n. 210 del 23 marzo 2011, in ossequio alle disposizioni dell'art. 21 della L. n. 183 del 4.11.2010 e con successiva deliberazione n° 498 del 22/07/2011 è stato approvato il regolamento che disciplina finalità e modalità di funzionamento del Comitato Unico di Garanzia. 
Il Comitato Unico di Garanzia ha sostituito i preesistenti: Comitato per le pari opportunità e i due Comitati paritetici sul fenomeno del mobbing, ai quali è subentrato come organismo unico, in cui sono unificati tutti gli obiettivi e le funzioni dei precedenti Comitati, ed opera in un’ottica di continuità con le iniziative e le progettualità delineate e poste in essere dai Comitati preesistenti. 
È un organismo paritetico, costituito da un numero pari di componenti, con carica quadriennale, di nomina sindacale e di componenti di nomina aziendale, in cui sono rappresentate tutte le professionalità dell’Azienda: mediche, sanitarie, professionali, tecniche ed amministrative, delle tre aree contrattuali della dirigenza medica, della dirigenza sanitaria, professionale, tecnica ed amministrativa, e del comparto. 

Nel 2015, con deliberazione n°506 del 13/07/2015 è stato costituito il nuovo Comitato Unico di Garanzia per il quadriennio 2015-2018. Presidente del Comitato è la dott.ssa Marina Spallino, dirigente amministrativo, Direttore del Servizio Affari Generali; vicepresidente è la dott.ssa Giulia Bisoffi, Dirigente Statistico, Responsabile dell'USO Supporto alla Ricerca e Biostatistica. 
Il Comitato Unico di Garanzia opera in stretto raccordo con il vertice amministrativo dell’Azienda, e con vari Servizi aziendali e attraverso il proprio ruolo propositivo, consultivo e di verifica intende perseguire le finalità di: 

  • contribuire ad assicurare nell'ambiente di lavoro parità e pari opportunità di genere, impegnandosi al fine di garantire l'assenza di qualunque forma di violenza morale e psicologica e di discriminazione, diretta e indiretta, relativa all'orientamento sessuale, alla razza, alla lingua, all'origine etnica, alla disabilità, alla religione ed alle condizioni personali e sociali; 
  • favorire la promozione di un ambiente di lavoro improntato al rispetto dei principi di pari opportunità, di benessere organizzativo e di contrasto a qualsiasi forma di discriminazione e di violenza morale e psichica nei confronti dei lavoratori e delle lavoratrici anche attraverso la promozione e la diffusione di una cultura orientata alla formazione ed all'informazione in tema di pari opportunità e di rispetto della dignità della persona nel contesto lavorativo; 
  • contribuire a promuovere la conciliazione tra impegni di vita privata e vita lavorativa a favore dei/delle dipendenti dell'Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata – Verona. 

Piano Triennale delle Azioni Positive 

Con deliberazione n° 1114 del 31/12/2015 è stato approvato il Piano di azioni positive per il triennio 2015-2017, nell’ambito delle finalità espresse dalla L. 125/1991 di: “favorire l’occupazione femminile e realizzare l’uguaglianza sostanziale tra uomini e donne nel lavoro, anche mediante l’adozione di misure, denominate azioni positive per le donne, al fine di rimuovere gli ostacoli che di fatto impediscono la realizzazione di pari opportunità”. 
Il Piano triennale di azioni positive, elaborato dal Comitato Unico di Garanzia, e condiviso dalla Direzione aziendale, si sviluppa su tre principali ambiti di finalità nel contesto lavorativo riguardanti: la promozione del benessere organizzativo e lavorativo, anche attraverso il contrasto alle forme di discriminazione, la promozione di iniziative per favorire la conciliazione tra tempi di vita e tempi di lavoro, iniziative di comunicazione all’interno dell’Azienda per diffondere le principali attività intraprese. 

Codice di Condotta per la tutela della libertà e della dignità della persona 

Con particolare riferimento all'esigenza di contribuire a favorire il contrasto a qualsiasi forma di discriminazione, di mobbing e violenza morale e psichica è stato elaborato dal Comitato Unico di Garanzia il nuovo Codice di Condotta per la tutela della libertà e della dignità della persona, approvato dal Direttore Generale con deliberazione del 24.12.2014 n° 872, in sostituzione del precedente Codice approvato nel 2011. 
Il Codice di Condotta è documento ufficiale dell'Ente, previsto dall'Atto aziendale, e definisce i principi, i valori e le regole fondamentali di gestione dell'organizzazione per contrastare situazioni di disagio lavorativo e promuovere il benessere organizzativo, rappresentando un significativo segnale di attenzione da parte dell'Azienda verso i lavoratori e le lavoratrici con l'intendimento di promuovere un clima favorevole al rispetto della libertà e della dignità della persona che lavora. Con l'adozione del Codice di Condotta l'Azienda si è proposta di offrire uno strumento per contribuire a prevenire e contrastare l'insorgere di comportamenti quali discriminazioni, molestie, molestie sessuali, mobbing, riguardante ogni forma di violenza morale e psichica ripetuta nel tempo, attuata nell'ambito lavorativo dal datore di lavoro o da altri dipendenti nei confronti di un lavoratore. 
Il Codice di Condotta prevede che la persona che si ritenga oggetto di uno dei comportamenti discriminatori oggetto del Codice possa, fatta salva la tutela in sede penale e civile, attivare delle procedure al fine di ottenere l'interruzione del comportamento o comunque di favorire il superamento della situazione. 

Consigliera di fiducia 

Per consentire la concreta applicazione del Codice di Condotta, il Comitato Unico di Garanzia ha avviato, istruito e concluso, su mandato della Direzione, la procedura per l’assegnazione dell’incarico di Consigliere di Fiducia, che rappresenta la figura centrale ed essenziale per l’attuazione del Codice di Condotta. 
L’incarico è stato affidato dal Direttore Generale nel dicembre 2016 alla Dott.ssa Francesca Torelli,. Svolge l'attività di ascolto, informazione e trattazione dei casi sottoposti alla sua attenzione ai fini della soluzione in conformità e secondo le indicazioni del Codice di Condotta dell’AOUI. 
La Consigliera di Fiducia riceve:

  • il secondo, il terzo e il quarto mercoledì del mese
  • nel pomeriggio dalle 14,30 alle 16,30
  • presso il Servizio di Psicologia Clinica all’Ospedale di Borgo Trento,
  • al 4° piano dell’Edificio Geriatrico Lato Mameli, in uno studio appositamente predisposto,
  • Numero di telefono 045-8122519
  • Mail consigliere.fiducia@aovr.veneto.it
  • Mail francesca.torelli@aovr.veneto.it 

Progetti Family Friendly finanziati dalla Regione Veneto 

L'AOUI ha partecipato ad aprile 2012 al bando regionale Progetto Incentivi ad Aziende Family Friendly, promosso dalla Regione Veneto, con due progetti predisposti dal Comitato Unico di Garanzia: 

  • attivazione del telelavoro a favore di lavoratrici dipendenti a tempo indeterminato in aspettativa per maternità; 
  • servizio salva-tempo di disbrigo pratiche e commissioni in favore dei/delle dipendenti dell'AOUI. 

Entrambi i progetti, di durata biennale, sono stati approvati ed hanno ottenuto il finanziamento della Regione Il primo progetto ha rappresentato l'occasione per introdurre in Azienda il telelavoro a favore dei/delle dipendenti interessati, quale strumento volto a favorire la conciliazione tra tempi di vita e tempi di lavoro. 

Il secondo progetto si è da poco concluso, nel mese di maggio 2016 dopo aver offerto ai/alle dipendenti un servizio totalmente gratuito, gestito dalla Cooperativa Azalea (risultata assegnataria del servizio), per lo svolgimento delle incombenze quotidiane e delle commissioni che non si ha il tempo di sbrigare durante la giornata, quali posta, lavanderia, farmacia, calzoleria, cartoleria, etc. 
Terminato il progetto attualmente è in corso con la cooperativa Azalea una convenzione per la gestione sperimentale di nuovo servizio salva-tempo, in continuità con le finalità che hanno ispirato il progetto terminato. 
Il Comitato Unico di Garanzia in aprile 2014 ha presentato, nell'ambito del bando regionale “Programmi aziende Family Friendly e Audit Famiglia & Lavoro”, un nuovo progetto rivolto a tutti i lavoratori/lavoratrici per la realizzazione di una applicazione per smartphone (App) e minisito quale fonte di informazioni e opportunità dedicata ai/alle dipendenti dell'AOUI. Il progetto è stato approvato ed ha ottenuto il finanziamento della Regione. 
L'App denominata WaLife, implementata dalla società Slowmedia srl., è disponibile per dispositivi Ios e Android e scaricabile dai rispettivi “store”, e sono in corso miglioramenti e l'attivazione di nuove funzionalità. 

Centri estivi a favore dei figli dei dipendenti 

Il CUG promuove dal 2005 centri ricreativi estivi che vengono riproposti presso Villa-Bosco Buri, e dall'estate 2015 anche presso l'Arsenale, con regolare cadenza annuale, le ultime due settimane estive prima dell'inizio del nuovo anno scolastico. 
L'iniziativa è rivolta ai figli dei/ delle dipendenti ed ha ricevuto costanti apprezzamenti da parte dei partecipanti per la qualità e la varietà dei servizi offerti e per il sostegno offerto ai genitori nella gestione dei figli durante il periodo di chiusura delle scuole. Fino all'estate del 2014 è stato messo a disposizione un servizio di trasporto gratuito con pullmino andata/ritorno, in partenza dalle due sedi ospedaliere, il cui costo è stato interamente sostenuto dal Comitato Unico di Garanzia dell’Azienda, che vi ha fatto fronte utilizzando il contributo a suo tempo disposto dal Direttore Generale. 
Negli anni successivi, e anche quest'anno per tre settimane, si è convenuto sia di contribuire diversamente, concordando con gli organizzatori una particolare scontistica sulle quote di iscrizione dedicata ai dipendenti, sia di diversificare le sedi del centro estivo, non solo a Villa-Bosco Buri ma anche all'Arsenale, al fine di venire incontro alle diverse esigenze riguardo alle zone di provenienza. 

Centro Polifunzionale “Fiorito” e Centro estivo Play&Game 

Per l'estate 2016, grazie alla collaborazione tra il Centro Universitario Sportivo d'Ateneo e il Comitato Unico di Garanzia dell'AOUI, è possibile per tutti i dipendenti dell'Azienda, effettuando il tesseramento stagionale al CUS Verona, usufruire dei servizi del Centro Polifunzionale “Fiorito”, recentemente avviato, adiacente all'Ospedale di Borgo Roma, struttura che offre numerose opportunità per svolgere attività fisica e sportiva – piscina, pista di atletica, campo da calcetto, tennis e volley, oltre che numerosi corsi (aquagym, zumba, pilates etc) e un parco di oltre sei ettari per rilassarsi nel verde. 
Presso il Centro Polifunzionale “Fiorito” è attivo fino al 9 settembre il Centro Estivo di Ateneo “Play&Game” aperto anche ai figli/figlie dei/delle dipendenti dell'AOUI dai 4 ai 15 anni, nell'ottica di reciproca collaborazione finalizzata a favorire la conciliazione tra tempi di vita e tempi di lavoro, con una speciale quota di partecipazione dedicata. 

Parco termale Aquardens 

Nel periodo luglio – novembre 2016, grazie alla convenzione sottoscritta tra Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona e Aquardens, il parco termale situato a Santa Lucia di Pescantina, su iniziativa del Comitato Unico di Garanzia, i/le dipendenti dell'AOUI possono usufruire di una speciale scontistica a loro riservata sulla tariffa intera giornaliera d’ingresso, comprese le giornate festive, il sabato e la domenica. 
Il CUG ha promosso e realizzato varie iniziative formative ed informative, anche attraverso la partecipazione attiva a numerosi eventi organizzati sia dall'AOUI, sia da altri soggetti. 

Iniziative formative 

Il Comitato Unico di Garanzia ha organizzato per il 15 ottobre 2014 presso il Centro Medico Culturale Marani il convengo dal titolo “Dall'esperienza dei Comitati per le Pari Opportunità e Mobbing al Comitato Unico di Garanzia: ruolo, finalità e opportunità”, con l'obiettivo di informare sulle iniziative proposte e realizzate dal CUG dell'AOUI in tema di conciliazione fra tempi di vita e tempi di lavoro, di promuovere la diffusione della conoscenza del ruolo e delle finalità del CUG, anche attraverso una panoramica degli aspetti legislativi che ne disciplinano l'attività, e di favorire un'occasione di confronto tra coloro che a vario titolo si occupano delle tematiche delle pari opportunità, del benessere lavorativo e della conciliazione tra tempi di vita e tempi di lavoro. 

Rete dei Comitati Unici di Garanzia del Veneto 

Il Comitato Unico di Garanzia dell'AOUI partecipa al Coordinamento dei CUG delle Aziende Ospedaliere e delle ULSS della Regione Veneto, nell'ambito di una rete organizzata dei Comitati stessi, attivata al fine della promozione di un Osservatorio e scambio di buone prassi sul funzionamento e le iniziative promosse dai Comitati sulle tematiche di loro competenza. 

Rete “Smart Working” provinciale di welfare 

Il CUG partecipa al tavolo, avviato nel 2016 presso il Comune di Verona, per realizzare una rete di aziende, pubbliche e private, presenti sul territorio provinciale veronese al fine di avviare progetti di welfare aziendale in comune. 

Dello sviluppo delle iniziative avviate e di tutte le ulteriori iniziative che il Comitato Unico di Garanzia promuoverà sarà data informazione attraverso questa sezione.